Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più clicca qui.
Acconsento all'uso dei cookie.
Blog - Ricette
Tipo: Lievitato
Porzioni: 10 pezzi da 10 cm c.ca di diametro
Difficoltà: media
Preparazione: 40' + lievitazione
Cottura: forno statico 180°C
Tempo cottura: 15-20 min
Dieta speciale: vegetariana
Ingredienti
farina (tipo 0) 300 g
farina manitoba 200 g
lievito di birra secco 4 g
latte intero fresco 300 g
uova 50 g (c.ca 1 medio)
zucchero 40 g
miele 10 g
burro (cremoso) 75 g
sale 10 g
tuorlo q.b.
latte (o panna) q.b
semi di sesamo q.b.
23/01/2020
Panini al latte (Burger Buns)
Il tipico Burger Bun di origine americana è un panino al latte morbido, soffice, leggero e dal sapore dolciastro, che viene usato classicamente in versione salata, come panino per gli hamburger, ma l'impasto non è altro che una pasta brioche non eccessivamente dolce.
Per esaltare l'aroma del panino e prepararlo ad accogliere carni succose, salse e verdure, taglialo a metà e scaldalo sulla piastra in modo da rendere l'interno croccante.
Puoi fare questi panini anche in versione mignon (basta fare delle palline da 40-45 g) e farcirli a tuo piacimento, sia dolci che salati... saranno perfetti per gli aperitivi con gli amici!


Come preparare i Panini al latte (Burger Buns)
Ammorbidisci il burro a bagnomaria o al microonde fino a farlo diventare cremoso (burro a pomata).
Metti metà latte e il miele nello zucchero e mescola per creare uno sciroppo denso.
Setaccia le farine e mettile in un catino capiente, aggiungi il lievito e il resto del latte. Inizia ad impastare.
Aggiungi gradualmente le uova e continua ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio.
Aggiungi lo zucchero sciolto nel latte in due tre volte, continuando ad impastare.
Quando lo zucchero è stato incorporato e l'impasto diventa elastico, trasferisci l'impasto sul tavolo.
Aggiungi il burro un po' alla volta. Prima di aggiungere altro burro aspetta che l'impasto abbia incorporato la parte precedente.
Infine, aggiungi il sale disciolto in un goccino di acqua tiepida. Impasta finché il tutto non si sarà ben distribuito nella massa.
Imburra le mani e una bacinella capiente pulita. Trasferisci l'impasto nella bacinella, cercando di formare una palla liscia. Copri con pellicola e lascialo lievitare in frigorifero finché non avrà raddoppiato di volume (circa 12 ore o una notte).
Dopo il riposo, togli l'impasto dal frigorifero e lascialo a temperatura ambiente per un'ora circa in modo che riprenda la lievitazione. Quando l'impasto sarà lievitato, taglialo in 10 pezzi da 100 g circa (o 80 g se li vuoi di dimensioni più piccole) e forma delle palline roteando l'impasto tra il tavolo e il palmo della mano. Se l'impasto dovesse risultare appiccicoso non infarinare il tavolo, ma imburra le mani.
Prepara due teglie rivestite con carta da forno e disponi cinque palline ben distanziate su ogni teglia, quindi schiaccia leggermente ogni pallina con il palmo della mano.
Lascia lievitare i panini a temperatura ambiente per due ore circa (o fino a quando non avranno raddoppiato di volume).
Prepara una miscela di tuorlo e latte (o panna) in pari quantità (basterà un tuorlo e 20 g di latte). Spennella la superficie dei panini con questa miscela, quindi cospargili con dei semi di sesamo.
Riscalda il forno a 180°C (statico) e cuoci per 15-20 minuti, fino a doratura.

Consigli
Puoi preparare l'impasto a mano, ma la lavorazione richiederà molta energia e sarà lunga e appiccicosa, perciò ti consiglio di usare una planetaria piuttosto potente (a cui avrai montato l'apposito gancio adatto agli impasti lievitati).
Durante la lavorazione dell'impasto non cadere nella tentazione di aggiungere farina! Usa solo la dose indicata in ricetta.
Spennella la superficie dei panini appena sfornati, quando sono ancora bollenti, con dell'acqua, in questo modo la crosticina si ammorbidirà e, quando il panino sarà freddo avrà una superficie lucida e soffice.

Conservazione
Puoi conservarli per due giorni in un contenitore a tenuta d'aria.
Puoi anche congelare i panini crudi, ovvero le palline di impasto prima della seconda lievitazione, per massimo 30 giorni. Per cuocerle procedi in questo modo: togli le palline dal freezer la sera prima, disponile sulla teglia e lasciale lievitare a temperatura ambiente per tutta la notte. La mattina cuocile in forno come descritto sopra.
Oppure puoi congelare i panini cotti e mantenerli in freezer per massimo 30 giorni. Per scongelarli basterà metterli in forno caldo a 200-220°C per 5-6 minuti e poi attendere ancora qualche minuto prima di gustarli.

Appunta questa ricetta sul tuo quaderno per scrivere ricette. Se non ne hai uno, qui potresti trovare quello giusto per te! CLICCA QUI PER SCOPRIRE TUTTA LA COLLEZIONE

Se sei in cerca di altre golose ricette ecco qualche esempio:
Pancakes, Apple Pie, Cookies al burro di arachidi

La Tua Opinione
Stiamo progettando nuovi CORSI, TUTORIAL e prodotti di CAKE DESIGN per tutti i gusti.
Aiutaci a migliorare il servizio e renderlo adatto a te.
Compila il sondaggio, è anonimo e non richiede di inserire dati personali.
Bastano pochi minuti, è semplice e veloce.

La tua opinione conta!
NEWSletter
Vuoi rimanere aggiornato su CORSI e TUTORIAL di CAKE DESIGN, RICETTE, curiosità e altre novità relative alla Sugar Art de il mondo di ielle?
Scegli la lingua
English
Italiano
Español
Inserisci il codice mostrato nell'immagine
Ho letto e accetto le condizioni sulla Privacy
Clicca su INVIA per completare l'iscrizione alla NEWSletter
Per annullare l'iscrizione compila tutti i campi e Clicca qui
 
Contatti
official.ielle@gmail.com